<bgsound src='https://www.dropbox.com/s/zazw4w6rju4y8nj/felines2-cat-in-the-moon.mp3?dl=1' loop='infinite'>

domenica 26 marzo 2017

Una bella candela


Tempo fa ho ricevuto in dono da una mia carissima amica, questa splendida candela. Ancora non ho avuto il coraggio di usarla: mi piace tenerla e godermela cosi com'è...tanto è profumatissima pure da spenta! Non è escluso che la userò prima o poi, ma adesso no! Poi si consuma...!?😃😃😃
Come specificato nella mia descrizione del Blog, adoro le candele. Trovo siano davvero belle e romantiche. Sanno creare la giusta atmosfera in qualsiasi occasione. Tempo addietro ne facevo tante, per lo più che mi feci prestare anche gli stampi. Ne ho fatte parecchie, riciclando la cera d'avanzo di vecchie candele usate; alcune le ho regalate...altre le ho vendute. Parecchi anni fa, tenni anche un piccolo corso in un vivaio per spiegare tecniche e materiali. Comprai dei libri sull'argomento, poiché ero parecchio interessata. Una passione che non si è spenta. Certo, adesso non è che ne faccio più tante, soprattutto per mancanza di materia prima! Sono molto a favore del riciclo, perché c'è più gusto ed è molto interessante far "nascere" di nuovo un oggetto simpatico dalle proprie mani, molto semplicemente riutilizzando qualcosa che sicuramente era destinato alla pattumiera! Si possono anche fare comprando paraffina e stearina, ma non è opportuno né conveniente. Consiglio (se proprio volete cimentarvi nella "costruzione" di una candela) di acquistare eventualmente, un moccolo grande di quelli che si usano nei cimiteri. Lo so...non è simpatico, ma oltre ad essere particolarmente economici, in commercio trovate principalmente moccoli di produzione italiana; vi assicuro che le paraffine sono di eccellente qualità, e vi assicureranno una buona riuscita. Per colorarla, usate dei pezzettini di pastello a cera di quelli che usano i vostri figli a scuola; non esagerate perché rischiate di "colorare" troppo la materia prima, ottenendo una tonalità che non vi piace. Usarli a piccoli pezzetti fino a raggiungere la colorazione giusta. Tenete però presente, che la paraffina raffreddandosi si schiarisce un pò. Scioglierla sempre a bagnomaria! Io uso un piccolo padellino con poca acqua, e un piccolo contenitore in alluminio, di quelli che si usano per i muffins. Si profumano con essenze tipiche per cera liquida, o con qualche goccia d'olio essenziale, se volete sfruttarne anche le proprietà dei principi attivi. Gli stoppini si possono fare intrecciando dei fili di cotone da uncinetto o da ricamo purché siano di PURO COTONE 100%, oppure riciclando gli stoppini delle candele vecchie, soprattutto se si usano mozziconi di quelle lunghe bianche, in particolare se si sciolgono quelle intere e nuove, che ovviamente hanno lo stoppino intatto per tutta la sua lunghezza.



Le candele più semplici sono quelle realizzate dentro bicchieri o contenitori. Se riuscirò, farò un breve tutorial che posterò su You Tube, cosi da spiegarvi meglio come si fanno. Vi darò le indicazioni giuste su materiali e tecniche, senza tralasciare le più elementari norme di sicurezza! In fondo è sempre "fuoco vivo"!!!
Tranquilli: è molto semplice realizzarle e vi assicuro, sarà una piccola soddisfazione. In ogni modo se volete, nel WEB potrete trovare tantissime nozioni sull'argomento. Ce n'è per tutti i gusti! Perciò: al lavoro! tutti a fare CANDELE!!!

giovedì 23 marzo 2017

Aaaaaaaarrrrgggghhh..!!!

Oggi ho fatto un piccolo guaio! Per sbaglio ho cancellato dall' archivio album di Google, la cartella contenente tutte le foto che avevo anche postato sul Blog! Mamma mia! Adesso devo recuperarle tutte ( e vattelapesca dove cavolo le ho salvate! Sono un mucchiooo!), per poterle caricare di nuovo. Abbiate pazienza: sto mettendo un pò d'ordine... Perdonate se alcune foto adesso non si vedono! Sigh! Ma che mi ha detto la testa!? Per carità: sono in grado di rimettere tutto a posto, ma che lavorone sarà...! Voglio strapparmi i capelli...! Vabbè: con un pochino di pazienza, tutto si risolverà!
Eeehhh...(sospiro!?). Alla fine sono riuscita (o quasi!) a sistemare tutto! Forse qualche foto sarà diversa, forse sono le stesse! Boh! Ho cercato di ricordare tutti i passaggi. Prometto: non lo faccio piùùùùù!

domenica 19 marzo 2017

19 Marzo: S.Giuseppe


Auguri a tutti i papà! Soprattutto al mio...Auguri a tutti coloro che si chiamano Giuseppe (anche al mio nipotone!)

Primi passi

Stò  muovendo i primi passi nel mondo dei linguaggi informatici. Capisco che rimanere concentrati e "studiare" proprio come si faceva una volta a scuola è davvero complicato...ma spero di raccapezzarmi un pò. In effetti stò seguendo qualcosa on-line, e il Web è stra-stra-stra pieno di siti molto esaurienti, anche davvero professionali soprattutto per i neofiti, ma stare dietro a tutto ciò non è impresa da poco! Quindi, cercherò di imparare almeno qualche concetto base che mi tornerà utile per il futuro. Voi direte sicuramente: "ma chi te lo fà fare...!?"; sicuramente un pò di passione. Mi piace...che ci posso fare?! Siate pazienti con i miei pastrocchi... (appunto!).
Ad esempio m'interessava sapere come diavolo cercare una stringa di un codice (magari di uno script da togliere) all'interno dell'editor Html del Blog. Così ho scoperto che bisogna ovviamente sempre andare sotto "Tema"; successivamente in "modifica html", posizionarsi col cursore del mouse dentro la finestra (io in genere mi piazzo sulla prima riga...) e digitare con la tastiera il seguente comando: Ctrl+F. Apparirà subito alla destra una piccola textarea con la scritta "Search:". Dentro scrivete una parola chiave (che richiama il codice che vi serve da cercare) oppure la stringa. Dopo premete il tasto INVIO. Comincerà la ricerca e troverete senz'altro quello che state cercando. A me ha funzionato! Altri comandi utili da utilizzare all'interno dell' Html del vostro Blog, sono anche questi:
Ctrl+A seleziona tutto 
Ctrl+C copia
Ctrl+V incolla

venerdì 17 marzo 2017

Aromatiche...



Che dire: aadooooooro le piantine aromatiche! In cucina le uso sempre. non posso farne a meno! Insieme alle spezie, le aromatiche sono l'altra mia passione. Rosmarino, Alloro, Ginepro, Salvia, Menta, Prezzemolo, Erba Cipollina, Maggiorana, Origano, Timo, ecc. Naturalmente lui, il Re delle erbette: sua Maestà il Basilico! Mmmmmm...che aromi inebrianti. Inoltre, il sapore delle erbe aromatiche aiuta specialmente CHI sta a dieta, in quanto il loro utilizzo, contribuisce a rendere i cibi molto più appetitosi, compensando la drastica diminuzione o meglio assenza di sale. Ho cominciato a comprare nuovi vasetti da tenere sempre pronti all'uso. Queste sono le prime che ho acquistato. Al momento le stò tenendo in casa perché ancora non mi fido a lasciarle fuori; temo qualche freddata notturna. Il giorno SI...le metto fuori a prendere sole e luce, ma la sera le tengo dentro e al momento sembrano reggere. Ho preso pure la menta piperita. Mi piace moltissimo sulle zucchine trifolate, insieme al prezzemolo e basilico. Sono un contorno estivo fresco e saporito. Poi...provate a mettere una foglia nella tazzina del caffè: sentirete che delizia! Si fà cosi: mettete lo zucchero e una foglia di menta; sopra ci versate il caffè bollente e girate con il cucchiaino. Gustate!

I primi fiorellini



Oggi ho deciso di darmi un pochino al  giardinaggio. Ho comprato Primule e Pansé, tanto per cominciare a dare un tocco colorato al terrazzo. Questi simpatici fiorellini stagionali, fioriscono bene fino a primavera inoltrata. Inoltre, seguendo giusta cura e manutenzione, le possiamo tenere in perfetta salute: bisogna tenere presente solo alcuni piccoli accorgimenti. La Primula è principalmente un fiore da sottobosco che ama terreni ben concimati a PH acido, ambienti umidi ma senza esagerare con l'acqua in quanto detesta i ristagni idrici. Tollera bene gli ambienti freschi e luminosi, ma non la luce diretta del sole in quanto potrebbe "bruciare" i delicati fiori. Il sole, lo tollera solo nelle prime ore del mattino.  Vanno concimate per tutto il periodo della fioritura con prevalenza di macro-elementi(potassio, azoto, fosforo) e micro-elementi (manganese, ferro, zinco...), almeno ogni 15 gg. Si possono coltivare anche in casa; basta tenerle lontano dalle correnti d'aria e posizionarle in ambiente luminoso. Quando comincia a sfiorire, sarà sufficiente togliere foglie e fiori; collocarle in ambiente fresco a temperature costanti: l'anno successivo si potrà godere di una nuova fioritura.
Le pansé in primavera, vanno messe a dimora in ambienti amezz'ombra, ma non a completa ombra, in quanto potrebbero fiorire poco. Non amano anche loro il sole diretto, poiché temono le bruciature. Le pansé inoltre resistono bene al freddo. Anzi: in genere le temperature basse potrebbero favorire la germinazione dei semi ottenendo cosi fioriture più ampie e belle. Amano l'acqua ma non i ristagni. Si concimano una volta al mese. Insomma: c'è da rifarsi gli occhietti con questi bei colori primaverili!


Ho comprato anche questa piantina fiorita, ma non ricordo il nome! Tanto carina...il vivaista mi ha detto che resiste molto bene anche al freddo! Carina vero? Non appena ricorderò il nome ve lo dirò. 😊😉😊😊😉😊😉




Un'altra primuletta tutta gialla!