martedì 16 maggio 2017

Candela "al volo"


Mi serviva mettere una candela sulla tavola. Ero sprovvista di candele adatte, cosi ho "riciclato " un bicchiere bombato di una vecchia candela. Dentro ci ho sparso una manciata di sabbiolina profumata...quella che si usa per i portacenere. Mi sono procurata una tea-light se l'ho collocata al centro. La "sabbiolina" oltre a profumare, serve a tenere ferma la candelina, che altrimenti "ballerebbe" all'interno del bicchiere, visto che il fondo è bombato  e non piatto. Intorno al bicchiere ci ho messo un pezzo di nastrino; io l'avevo rosso (avanzi di Natale...!). Ecco qui: candela pronta al volo per la cena! Se volete usarla per deodorare l'ambiente, consiglio di spruzzare sulla sabbia un pò d'acqua, ma vaporizzatela, mi raccomando. Il calore della tea-light, riscalderà il contenitore di metallo che farà evaporare l'acqua, diffondendo un piacevole profumo! Se volete potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale sulla sabbia.



lunedì 15 maggio 2017

Sapori d' estate

La primavera è inoltrata; la Natura si è svegliata del tutto con esplosioni di colori e profumi ovunque. Infatti le piante profumate abbondano a profusione. Infatti il mio pensiero va alle piantine aromatiche; ne ho una bella collezione, anche se mi mancano...dei pezzi!? Dunque: questa di seguito è la maggiorana, una tra le mie preferite.


Questa qui la comprai qualche anno fa e devo dire mi stà dando grandi soddisfazioni perché tutti gli anni rinasce, previa drastica potatura in autunno. Ogni tanto spunto i rametti fini e secchi per dar modo alle foglioline di crescere vigorose e prendersi tutto il nutrimento. La maggiorana (il suo nome botanico è: Origanum majorana) appartiene alla famiglia dell'origano ed è una piantina molto profumata. Di facile coltivazione, si adatta bene anche sui vasi. Non bisogna irrigarla spesso e predilige zone soleggiate. In cucina ha parecchi impieghi: carne, pesce, uova, verdure... Il sapore è molto fresco e delicato, dal retrogusto (secondo me) vagamente mentolato. Ottima anche sui primi piatti. Io con i primi caldi, preparo una buona pasta; semplicissima e velocissima; somiglia un pochino a una sorta di "carbonara" vegetale. Provate...! 

domenica 14 maggio 2017

Lampe Berger...è arrivataaa!


Finalmente è arrivataa! La tanto desiderata lampada, è entrata nella mia casa; me l'ha comprata la mia "metà" della mela! A dire il vero già da parecchio gli avevo detto di questo mio desiderio.., Volevo acquistarne una, poiché mi sono davvero tanto appassionata a questo splendido oggetto. Nonostante conosco le lampade catalitiche da molti anni (credo da circa una quindicina più o meno...), e ne possiedo una verde molto carina a cui tengo moltissimo poiché dono gradito della mia "amichetta" del cuore, non ho mai avuto tanto interesse e passione come adesso. Così ieri mattina, approfittando del turno di riposo dal lavoro, ci siamo recati in un negozio di bomboniere e articoli da regalo qui in via Casilina (Roma) che conosco da sempre, ma non sapevo fosse anche un rivenditore autorizzato Lampe Berger®. Il negozio è davvero grande e bellissimo: mamma che bello, ragazzi! Con passo felpato mi sono recata presso la zona riservata alle lampadotte; ho visto il "paccone" di mio desiderio, e l'ho preso: ovviamente...lui l'ha pagato! 


Eccolo qui. Il "paccozzolo" è quello del modello "Essentielle" con la lampada trasparente quadrata. C'è anche l'altra versione, la ronde con la lampada a bottiglietta rotonda.


In negozio c' erano anche i dèpliants sull' argomento che ho provveduto a prendere...


Infine ecco qui il "paccozzo" aperto con tutto l'occorrente in bella mostra. Lo stoppino catalitico, è ovviamente l'ultima creazione dell'Azienda francese Lampe Berger®, ossia l'oramai conosciuto bruciatore AirPur System 3C®, frutto di sei brevetti internazionali; la misura è quella da 47 cm, quello cioè più lungo. È riconoscibile dalla scatolina color magenta; l'altro più corto ( da 32 cm), ha la scatolina color ciano. Poi c'è l'imbutino trasparente, il tappo di spegnimento e la ghiera copri-stoppino. Infine ci sono loro: due bottigliette di fragranza da 180 ml ciascuna. Una è quella neutra che serve a pulire nel tempo, lo stoppino da eventuali residui di combustione e per diluire il profumo casomai risultasse troppo forte. L'altra è la fragranza vera e propria; nella scatola ho trovato "Jardin sur la Riviera" (Gardens on the Riviera). La descrizione del prodotto che ho trovato sul sito ufficiale è la seguente: "Jardins sur la Riviera ci invita a una passeggiata sulle sponde del Mediterraneo: vento di freschezza che soffia nei rami d'ulivo, verde delle foglie di fico, ricchezza del muschio di quercia e dell'ambra grigia, effluvi di rosa e di agrumi… " La piramide olfattiva la descrive cosi: NOTA DI TESTA- limone e ribes nero. NOTA DI CUORE- foglie di fico, foglie di ulivo, rosa. NOTA DI FONDO- vetiver, schiuma, muschio. Per chi sà come si legge la piramide olfattiva delle essenze di profumo Lampe BergerⓇ, la nota di testa è quella iniziale che si avverte non appena si accende la lampada. Dovrebbe svanire quasi subito non appena si spegne la fiamma, lasciando spazio alla nota di cuore che è la personalità vera e propria del profumo. Viene emanata quando la lampada è in funzione. La nota di fondo ( non meno importante) è la scía che lascia il profumo quando la lampada è spenta e potrebbe perdurare anche per alcuni giorni specie se la Lampe BergerⓇ non viene usata per un pò.


Ancora non me la sento di usarla...Ho voglia di godermela ancora un pò cosi: chiusa! Ce l'ho sul tavolo grande in bella mostra e adesso...la tengo come una reliquia preziosa. Ma...giuro: la metterò in funzione (prima o poi...)!!!😄😄😄

<bgsound src='https://sites.google.com/site/paperattearchivio/config/pagetemplates/archivio/felines2-cat-in-the-moon.mp3' loop='infinite'>